Vino: Allegrini fa rima con letteratura

Il vino può far rima con un buon libro, un calice di Amarone con un racconto appassionante, ambientato in un'antica tenuta della Valpolicella. Protagonisti del 'matrimonio' enologia-letteratura al Vinitaly sono la tenuta Allegrini, marchio tra i più celebrati dell'Amarone, e lo scrittore Valerio Massimo Manfredi, che per la tenuta di Fumane ha scritto "Amoris Potio", ambientandolo a Villa Della Torre, sede di rappresentanza dell'azienda. Manfredi ha presentato il racconto oggi a Verona, al Vinitaly. La vicenda si svolge a cavallo tra i nostri giorni e il Rinascimento a Fumane di Valpolicella, in un susseguirsi di emozioni tra indagine storica e vena fantastica. "Il legame tra vino e cultura è un elemento ricorrente della filosofia di Allegrini - ha detto la presidente Marilisa Allegrini - Un libro e un vino vanno assaporati con la necessaria lentezza, mantengono nel tempo il loro fascino, talvolta lo accrescono, hanno bisogno dell'emotività umana per essere giudicati ed interpretati".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gazzo Veronese

FARMACIE DI TURNO